Mi avete letto in ...

giovedì 27 dicembre 2012

DOCTOR ZOT: INTERVISTA HARDSTYLE

Personalità non indifferente per il filone hardstyle Italia Doctor Zot. Oggi resident dell'organizzazione di eventi «Insound», creatore dello staff Maximum project e produttore e remixer per l'etichetta «Activa records», inizia a mixare nel 1994. La passione per i suoni duri lo porta dopo qualche anno a sposare la causa dell'hardstyle e dar vita a

sabato 22 dicembre 2012

NON SOCCORRI UN ANIMALE SULLA STRADA? DA OGGI E' REATO

Da oggi è reato non prestare soccorso ad un animale dopo averlo investito con la macchina. 
In un Paese come l'Italia, in cui si dice da più parti che tutto va a scatafascio (non sempre ragionevolmente), questa è notizia importante ancorché storica.

Risale all'estate 2010 la modifica al codice della strada che obbliga al soccorso degli animali vittime di incidenti, ma a partire da ora il cambiamento è rafforzato

INSIDE

INSIDE
 
Anno: 2011
Durata: 96'
Genere: thriller, horror

Voto: 6,5 

Trama:
Una coppia di rapinatori, Pietro (Valerio Di Benedetto) e Jessica (Joelle Rigollet), entrano di soppiatto nella casa di gente ricca per rubare; pare tutto andare secondo i loro piani salvo scoprire che avevano sottovalutato la coppia di coniugi che abitano lì, Marco (Marco Pancrazi) e Sarah (Francesca Veronica Sanzari).

Recensione:
Un home invasion thriller-horror per il giovane regista capitolino Daniele Misischia. Più venata da elementi di suspence che orrorifici, la pellicola

martedì 18 dicembre 2012

DANIELE MISISCHIA: INTERVISTA A UN REGISTA CON LE IDEE CHIARE

A sinistra Daniele Misischia, a destra l'attore Riccardo Camilli
Un giovane cineasta che, percorrendo gli scoscesi crinali della cinematografia indipendente, propugna una forma cinema personale, ben definita e solida. Questo e molto altro è Daniele Misischia, classe 1985, romano e che annovera nel curriculum tutta una serie di produzioni fra corti, lunghi e web series.
Il vostro blogger ci ha fatto due chiacchere e Daniele non si è sottratto al confronto approfondendo

domenica 16 dicembre 2012

IL GIORNO DELL'ODIO

IL GIORNO DELL'ODIO 
Anno: 2011
Durata: 72'
Genere: noir, drammatico, crimine

Voto: 7

Trama:
Una giornata infernale attende Gianni (Claudio Camilli), nerboruto giovane residente nella periferia romana; un debito contratto con Er tajola (Riccardo Camilli) lo costringe ad avventurarsi in una serie di peripezie fra violenza, spaccio, armi da fuoco e personaggi loschi. E tra amici e nemici come

venerdì 14 dicembre 2012

mercoledì 12 dicembre 2012

INTERVISTA A LUCA ZETA, DJ E PRODUTTORE

Un eclettico personaggio si aggira per i club di tutta Italia: il suo nome è Luca Zeta, non solo uno stimato dj, ma anche un professionista della musica che ha collezionato ruoli di conduttore televisivo, produttore discografico, compositore, arrangiatore, remixer. «Artista» insomma nel senso più ampio del termine. Con un minimo comun denominatore: la musica dance e in particolare le sue declinazioni italo ed hands up.

Ma come è iniziato tutto questo?
Dai sei anni partecipai ai concorsi per bambini piccoli cantanti; ho poi mantenuto una viscerale passione per l'ambiente e dopo il liceo entrai come dj in una radio locale per passare dopo in tv con un programma musicale e infine come dj in discoteca. Ricordo ancora il mio esordio: il locale poteva tenere 200 persone e la prima domenica in cui ho lavorato entrarono in 580, una soddisfazione grande. Godevo di

sabato 8 dicembre 2012

TUNNEL EROINA

TUNNEL EROINA
Regia: Maurizio Pirri
Anno: 1980
Durata: 94'
Genere: drammatico 

Voto: 7

Trama:
Marco (Helmut Berger) è romano, tossicomane ma originario di una famiglia potente dell'alta borghesia con gli agganci giusti; sceglie però di essere la pecora nera e trascorre le sue giornate cercando

venerdì 7 dicembre 2012

OSSESSIONATA DALLA MASTURBAZIONE: SI SUICIDA

Gretchen Molannen  è una donna che aveva un grave disturbo sessuale che la portava ad avere anche 50 orgasmi di fila. Per questo motivo si è suicidata. Troppo dolore, troppa incomprensione.

La 39enne di Spring Hill, in Florida, è stata trovata morta la scorsa settimana dopo che per 16 anni aveva combattutto contro la malattia. Rara e per certi versi imbarazzante anche da raccontare in famiglia. Non riusciva nemmeno a tenere un posto di lavoro e non aveva reddito, ha presentato istanza per la

martedì 4 dicembre 2012

SESSO E PRETI: UN GIGOLO' SI RACCONTA

Un gigolò si racconta nelle scorribande sessuali che lo vedono impegnato anche con uomini religiosi. Spiega il suo lavoro

domenica 2 dicembre 2012

UNA VITA PER L'HARDCORE: PHOENIX

Dj Phoenix/Fabio Crobu
Quale elemento definisce un'esistenza come degna di questo nome? Non pochi interpellati risponderebbero: riuscire a trasformare una passione in un lavoro o comunque sentire i brividi sulla pelle nel viverla. Fabio Crobu, Dj Phoenix che opera nel rooster di deejays di Insound, ci sta provando e la situazione pare non mettersi male. 

La musica hardcore come stile di vita? O meglio forse come aspetto che colora la sua vita impreziosendola. 
«Poche ma chiare parole inquadrano la mia dedizione all'hardcore: passione,

giovedì 29 novembre 2012

LOURDES: IL VOLONTARIATO DI RICCARDO GRANITZIO

Riccardo Granitzio volontario con la signora Rosa
Lourdes: si può essere più o meno d'accordo circa il valore spirituale e umano di questo piccolo luogo tanto intriso di religiosità. Va però accettato che molte persone vi trovano anno dopo anno conforto; anestetico per i mali di corpo e anima, offre numerosi luoghi e occasioni di purificazione, preghiera, preconizzando senza garantirla la speranza di alleviare la sofferenza inferta da malattie anche esiziali. Nondimeno si fa oggetto di investimento personale da parte dei volontari che, in modo ingente, si rendono disponibili ad accompagnarci i malati intraprendendo un percorso di vita che lascia un segno indelebile in ricordi e background.
Questo è senza'altro il caso di Riccardo Granitzio, sardo, il quale dal 24 al 28 settembre ha operato a fianco di un'anziana

mercoledì 28 novembre 2012

INSIDER RIMANDATO: IL PROGRAMMA DI LUIGI PELAZZA PIU' AVANTI

Insider rimandato: il programma, condotto da Luigi Pelazza de Le iene e annunciato per questa sera su Italia 1, verrà mandato in onda

PERICOLO SMS A PAGAMENTO? DIFENDIAMOCI CON IL «BARRING»

Tutti i gestori di telefonia mobile (reali o virtuali) stipulano accordi con dei provider di servizi esterni che forniscono i famosi e famigerati servizi a sovrapprezzo: sono i cosiddetti SMS/MMS a valore aggiunto, detti anche a sovrapprezzo, noti pure come servizi VAS, o SMS Premium. Insomma, si tratta dei cosiddetti SMS/MMS a pagamento in decade 4x. 
Spesso divengono una bella gatta da pelare, in quanto nella maggior parte dei casi non richiesti dall'utente. 

Tanto più, è bene evidenziarlo a chiare lettere, che, qualora il possessore del cellulare non

domenica 25 novembre 2012

INTERVISTA A PICCOLO KIMICO, NOTO DJ DI TECHNO-HARDCORE

Un nome di punta capace di sviluppare il genere techno-hardcore in Italia? Non pochi citerebbero Piccolo Kimico. In circolazione dai primi anni '90, ha suonato nei più importanti hard club, con la residenza al notissimo Number one e la partecipazione a innumerevoli eventi. Abbiamo fatto due chiacchiere con lui nel backstage dello «Spazio A4» di Santhià (Vc), locale in cui ha suonato nell'area kore in un evento organizzato dalla Insound.

Come sei venuto in contatto con loro?
«Conosco questi ragazzi da più di dieci anni, ci collaborai per delle serate al «Due» di Cigliano (Vc) anni fa; sanno fare il loro lavoro e i grandi nomi che portano, oltre alla

venerdì 23 novembre 2012

ROCCO SIFFREDI AI CESARONI, LUCA E PAOLO A STRISCIA

Stimando oltremodo sia Luca e Paolo che Rocco Siffredi, mi fa piacere dare queste due notizie.

Grandi novità in casa Mediaset: per risollevare le reti in questo momento di crisi generalizzata, il biscione starebbe preparando alcuni colpi ad effetto.
Ad essere coinvolti i programmi di punta della rete ammiraglia, Canale 5.

La prima grossa novità riguarda

giovedì 22 novembre 2012

JOHN AND MARY

JOHN AND MARY

Regia: Peter Yates
Cast: Dustin Hoffman, Mia Farrow, Micheal Tolan, Sunny Griffin
Anno: 1969
Durata: 92'
Genere: commedia

Voto: 6,5

Trama:
John (Dustin Hoffman) e Mary (Mia Farrow) si conoscono una sera in un pub e passano la notte insieme; al risveglio l'imbarazzo è tanto, ma decidono di passare il giorno successivo in compagnia perché sentono forse di avere qualcosa che li lega. La decisione da prendere sarà quella di costruire una relazione o accontentarsi di avere goduto di una notte passionale.

Recensione:
1969: anno importante per il cinema e non solo; l'allora giovane regista Peter Yates, dopo aver diretto l'anno prima il sontuoso «Bullit», accettò di mettere in scena

SACERDOTE DEL CARCERE: VIOLENZA SESSUALE, LO INCHIODANO LE TELECAMERE

I reati contro la persona suscitano indignazione in generale, ma ancor più riprovevoli vanno considerati quando a macchiarsene è qualcuno che, per mandato ETICO prima di tutto, viene investito di un ruolo religioso, spirituale.
Insomma in questo caso, E NON SI TRATTA CERTO DELLA PRIMA VOLTA, il sacerdote, più che lasciarsi guidare dai dettami del suo credo, ha fatto primeggiare i dettami del suo c....
Certo nel nostro Paese non si è colpevoli fin quando

mercoledì 21 novembre 2012

MAMMA VESTITA DA SUORA FA SESSO CON IL FIGLIO DI 8 ANNI

Una donna siciliana, vestita da suora, ha realizzato foto e video mentre faceva sesso con il figlio di otto anni per poi diffonderli nella ragnatela commerciale della pedo-pornografia. Questa storia, unita ad altre aberranti, nell'operazione di vasta portata compiuta dalla polizia postale di Salerno, denominata «Nessun dorma», che ha smascherato una banda di pedofili informatici, i quali, partendo dalla Campania, smerciavano filmati in varie Regioni italiane.

Esiziali le sezioni di riferimento: il materiale messo a disposizione di quelli che la Procura di Salerno definisce adepti era diviso in sezioni. La soft, con immagini e filmati di bimbi nudi; la hard, con bimbi violentati; la hurt, con

martedì 20 novembre 2012

INSIDER: IL NUOVO PROGRAMMA DI LUIGI PELAZZA DE LE IENE

Prima che qualcuno, tra il serio e il faceto, lo pensi davvero, assevero che il sottoscritto non è l'ufficio stampa de Le iene né tanto meno di Mediaset.
Credo solo che trasmissioni come quella siano cibo per la mente e uniscano preziosamente informazioni e spettacolo.
Luigi Pelazza poi è semplicemente una delle iene preferite, ergo mi fa piacere pubblicizzare questo nuovo programma che non perderò per nulla al mondo.

Da www.lanostratv.it

INSIDER: LO SPIN OFF DE LE IENE IN ONDA IL 28 NOVEMBRE SU ITALIA 1. Se vi stanno mancando Le Iene,

venerdì 9 novembre 2012

INCAZZATO COME UNA «IENA»? MACCHE', DISPONIBILE AL CONFRONTO COME UN UOMO CORDIALE: MATTEO VIVIANI.


Nella foto: da sinistra Alessio Bacchetta, una sagoma in cartone a grandezza naturale di Ilary Blasi e Matteo Viviani a destra.


«Essere iena significa 50% curiosità e 50% passione; comunichiamo in modo diverso dall'asettica informazione giornalistica, parliamo alla gente come noi degli argomenti più disparati con un linguaggio sempre informale». Con queste parole la iena Matteo Viviani descrive il lavoro che svolge per Mediaset da sette anni nella fortunata trasmissione condotta da Ilary Blasi. Il vostro blogger lo ha intervistato nella redazione di

mercoledì 7 novembre 2012

FANNO RESPIRARE HASHISH AL FIGLIO PICCOLO CHE VA IN OSPEDALE

In un'ipotetica scala di viltà gli aguzzini di questa situazione si collocherebbero in una postazione ben elevata.
Un bambino marocchino di 17 mesi è ricoverato all'ospedale civile di Brescia a causa di un'intossicazione da cannabinoidi. E' rimasto intossicato dopo che i genitori hanno fumato hashish per tutto il giorno in casa di

martedì 6 novembre 2012

IL PADRE DEI MIEI FIGLI

IL PADRE DEI MIEI FIGLI
Anno: 2009
Durata: 106'
Genere: drammatico

Voto: 7

Trama:
Gregoire Canvel (Louis-Do de Lencquesaing) è un produttore cinematografico alla guida della piccola ma alacre Moon films; lavora come un forsennato mantenendo una vivida passione anche a discapito della moglie Sylvie (Chiara Caselli) e delle tre figlie (tra cui spicca la perspicace Clemence - Alice de Lencquesaing). Ma la sua personalità istrionica e il suo idealismo portati all'eccesso determinano il fallimento dell'azienda e una montagna di debiti da saldare. Gregoir decide di suicidarsi.

Recensione:
Mia Hansen-Love (nel suo curriculum dei ruoli in produzioni di Olivier Assayas), classe 1981, sa esprimere molto con la classica giusta misura del cinema francese. Lo si vede in questo che

lunedì 5 novembre 2012

L'ALTRA NOTTE HO FATTO UN SOGNO... DI QUELLI STRANI



L'altra notte ho fatto un sogno... Di quelli strani.
Mi trovavo, solo, all'imbocco di un lungo e rigoglioso viale erboso, fiorito e agreste; di per sè non qualcosa di particolare, se non fosse che era un posto che ben conoscevo. O meglio, non lo conoscevo/conosco nella realtà, ma avevo la sensazione di averlo bazzicato molto nei primi anni di vita sedimentandovi ricordi piacevoli come lo zucchero. I classici ricordi morbidi ed evocativi dell'infanzia, quelli che

venerdì 2 novembre 2012

QUATTRO MINUTI

QUATTRO MINUTI

Regia: Chris Kaus
Anno: 2006
Durata: 112'
Genere: drammatico

Voto: 8,5

Trama:
Jenny von Loeben (Hannah Herzsrpung), poco più di vent'anni e con sulla coscienza un omicidio, sconta la pena al penitenziario femminile di Luckau; Traude Krüger (Monica Bleitbtreu) ha quasi ottant'anni e insegna pianoforte a uno sparuto gruppo di carcerate. Il corso rischia di chiudere i battenti, ma l'interessamento di una delle guardie, Mütze (Sven Pippig) lo fa continuare. Le due donne cominciano a vedersi e si confrontano sullo studio del pianoforte tra le mille difficoltà interne a un carcere e una differente visione del mondo e della musica.

Recensione:
Quattro minuti lunghi una vita.
Due attrici magnifiche, una storia interessantissima, una narrazione palpitante, momenti pesanti come

giovedì 1 novembre 2012

INTERVISTA AL REGISTA / ATTORE MAURO STROPPA


Seconda parte del reportage sul cortometraggio «Un gioco da grandi».
Il vostro blogger si è divertito a porre alcune domande al regista Mauro Stroppa, il quale ha risposto con profondità e gentilezza di cui mi compiaccio e per cui lo ringrazio.

01. Come ti sono venuti in mente il plot e l'idea per il corto?
Influenzato da un certo cinema di Takeshi KitanoHana bi», «L’estate di Kikujiro»), mi piaceva l'idea, in quanto prima regia, di mettere in correlazione un adulto con un bambino, raccontare un pomeriggio fra

lunedì 29 ottobre 2012

UN GIOCO DA GRANDI / CORTOMETRAGGIO



UN GIOCO DA GRANDI
Cast: Emanuel Bevilacqua, Giorgia Mesiroli
Anno: 2011

«Un gioco da grandi»: un cortometraggio il cui titolo dichiara un pregevole dualismo di componenti. Il gioco, che sviluppa competenze sociali e intelletto dei bambini; il mondo dei grandi, le cui regole possono essere feroci. Il regista Mauro Stroppa bilancia questi stimoli equilibrandoli fra l'attore Emanuel Bevilacqua e la piccola Giorgia Mesiroli. Il primo, che vanta ruoli con Claudio Caligari, Alessandro Angelini, Dario Argento e altri registi degni di nota a livello nazionale, la seconda quasi

domenica 28 ottobre 2012

ABC AFRICA

ABC AFRICA 
Cast: ugandesi non professionisti 
Anno: 2001 
Durata: 84'
Genere: documentario

Voto: 8

Recensione:
Crudezza e poesia ancora una volta ai fiori d'arancio.
Kiarostami si riconferma profondo conoscitore del mezzo cinema per setacciare la realtà e scovare perle di umanità, intelligenza, delicatezza. Ma questa volta la tematica è talmente forte da dover, quasi per moralità, richiedere il pugno di ferro. E così non viene nascosto nulla in questo documentario girato a Kampala, Uganda, anfratto del terzo mondo in cui l'aids, il crudele male del secolo, falcia la popolazione

venerdì 26 ottobre 2012

I CINESI: I NUOVI DATORI DI LAVORO DEGLI ITALIANI?

Il vostro blogger ha incontrato una ragazza italiana assunta in un ipermercato cinese. La stessa, che preferisce rimanere anonima, racconta
E LA VITA CONTINUA

Regia: Abbas Kiarostami
Anno: 1992
Durata: 91'
Genere: drammatico 

Voto: 9
 
Trama:
1990, Iran. Un violentissimo terremoto ha dilaniato il nord dello Stato e il regista che aveva girato «Dov'è la casa del mio amico?» (Farhad Kheradmand) parte con il piccolo figlio (Buba Bayour) a bordo di una scalcagnata Renault gialla alla ricerca dei bambini che avevano recitato come attori al suo film.

Recensione:
Pochi registi come Abbas Kiarostami sono in grado di esprimere un vastissimo ventaglio di suggestioni con una narrazione minimale, asciutta e un approccio che lambisce il documentario. Quest'ultima inclinazione esce frantumando letteralmente lo schermo da «E la vita continua», secondo capitolo di

martedì 23 ottobre 2012

LE PILLOLE: RISOLVONO DAVVERO I PROBLEMI?

Un piacevole tepore estivo in tempo autunnale non deve fare abbassare la guardia per le infezioni alle vie aeree che troveranno nel gelo invernale humus prediletto per entrare in azione. Come ogni anno il Ministero della salute ha diramato le misure comportamentali utili per la prevenzione di influenza, affezioni alle vie respiratorie e malattie connesse a microbi e bacilli che fluttuano nell'aria che respiriamo.
Ma il portale web corrispondente enfatizza un aspetto e ne elude un altro:

  • pagine e pagine del sito vengono dedicate alla necessità di vaccinarsi quale metodo fondamentale per la prevenzione. Il che non pare un consiglio, ma un autentico monito, un imperativo categorico che tutti dovrebbero osservare. Il condizionale è quanto mai d'obbligo poiché vi sono ragionevoli motivazioni per ritenere la spietata campagna pro vaccino viziata di

lunedì 22 ottobre 2012

INTERVISTA CON FRANCESCO PERIZZOLO

Un giovane scrittore, un uomo poliedrico sorretto da vari interessi, un'anima dalle tante sfaccettature. Tutto questo e molto altro è Francesco Perizzolo, che va vinto il premio «GialloLatino 2012» indetto da Mondadori.
Il vostro blogger l'ha contattato e le righe seguenti sono il risultato dell'intervista.

01. Presentati per favore ai lettori del blog.
Francesco Perizzolo, milanese classe 1980. Laurea in scienze politiche nel 2006, tredici anni di karate, poi sette di kung fu e ora pratico anche brazilian jiu jitsu.
Scrivo da sempre e nell’ultimo anno ho deciso di provare a “buttarmi” partecipando al Premio Segretissimo, nell’ambito di GialloLatino. Ho vinto col racconto “Lisbona di Sangue”, ad ottobre in edicola in appendice al numero di Segretissimo SAS “Allarme Plutonio”.

02. Presenta l'opera con cui ti sei aggiudicato il premio con Mondadori «Lisbona di sangue».
Si tratta di un racconto di

sabato 20 ottobre 2012

ABUSI SESSUALI TRA GLI SCOUT

Il «Perversion file»: questo è il nome affibbiato all'esaustivo documento che svela al mondo una terribile verità e rischia di compromettere la vita a un ingente numero di persone. Vi sono contenute le prove relative agli abusi sessuali compiuti da molti capi scout ai danni di bambini e ragazzi americani iscritti alla nota organizzazione. E non sono numeri da poco: in questo dossier

SEI MESI DI GALERA? MEGLIO SEI MESI DI LAVORI FORZATI



E'notizia di oggi che in un negozio di toelettatura a Rio de Janeiro in Brasile il figlio del proprietario infliggeva da tempo sevizie ai cani dei clienti. Il video sopra è piuttosto esplicito al riguardo e ritrae il soggetto, 20 anni, che sottopone inspiegabilmente animali docili a pugni e sberle mentre li pulisce. Pare che un collega di lavoro, stufo di vedere da mesi questi comportamenti, abbia ripreso dalle spalle del tizio.
Il torturatore, cui rivolgo tutto l'odio

giovedì 18 ottobre 2012

QUARTO OGGIARO: FRA PROGRESSIONE E RETAGGI DI EDILIZIA POPOLARE

Quarto Oggiaro: un quartiere alle propaggini nord-ovest di Milano; fulcro di contraddizioni tipiche dei luoghi di frontiera ai margini delle metropoli, a dispetto di un'estetica urbanistica poco accattivante, offre ai suoi residenti varie associazioni impegnate nello sviluppo della socialità e della cura della persona. Quanto è strano però l'approccio di chi come il vostro blogger, abituato alla realtà ristretta della provincia, esplora un anfratto periferico come quello. Vi si respira alienazione, timore reverenziale per le chilometriche colate di cemento, dispersione e

martedì 16 ottobre 2012

I SETTE VIZI CAPITALI TRA PENSIERO ED EMOZIONE

Debolezze etiche, cattive inclinazioni, abitudini deviate cui non sappiamo rinunciare: i vizi capitali, che conducono l'uomo fuori dal retto sentiero, hanno passato trasversalmente varie epoche storiche solleticando l'intelletto di centinaia di illustri pensatori. Uno di questi, come è noto, è il sommo poeta Dante Alighieri, il cui Inferno si struttura in gironi nei quali i peccatori ricevono una punizione commisurata al vizio. Lo scultore Marcello Corrà sta dando un'interessante interpretazione artistica dei sette

domenica 14 ottobre 2012

SOTTO GLI ULIVI

SOTTO GLI ULIVI 

Anno:  1994
Durata: 95'
Genere: drammatico

Voto: 9
 
Trama:
Un regista (Mohamad Ali Keshavarz) sta girando il film «E la vita continua» in un villaggio dell'Iran del nord devastato dal terremo del giugno 1990. Serve una coppia di giovani innamorati e vengono scelti Tahereh (Tahereh Ladanian) e Houssein (Houssein Rezai); ma quest'ultimo è davvero innamorato di lei, vuole sposarla ma ha subito il netto diniego della famiglia.

Recensione:
Un'esperienza di vita a tutti i livelli: questo il cinema di Kiarostami, god registico iraniano, arrivato con questo film alla conclusione della «trilogia del terremoto» iniziata nel 1987 con «Dov'è la casa del mio amico?» e continuata nel 1992 con «E la vita continua». Un'attenzione dunque alle zone vittime del cataclisma, agli effetti collaterali materiali e psicologici, un substrato che diviene scenario per

venerdì 12 ottobre 2012

UN AMORE DI GIOVENTU'

UN AMORE DI GIOVENTU'
Anno: 2011
Durata: 111'
Genere: drammatico, sentimentale

Voto: 7

Trama:
Camille (Lola Créton) ha 15 anni e condivide un travolgente amore giovanile con Sullivan (Sebastian Urzendowsky); tutto fila liscio fino a quando lui decide di partire per il Sud America alla ricerca di sé stesso. Nonostante le promesse di non dimenticarsi, poco dopo via lettera la lascia. In preda alle sofferenze Camille piano piano abbraccia la vita e si fidanza con Lorenz (Magne-Havard Brekke), architetto del nord Europa. Ma il ricordo di quel legame travolgente li fa rincontrare.

Recensione:
Spesso i film diretti da donne hanno qualcosa in più; non per forza qualcosa di migliore, ma un'aggiunta in termini di disposizione sentimentale a trattare le piccolezze delle emozioni. E'il caso della

giovedì 11 ottobre 2012

VAI CON UNA PUTTANA? TI PAGO IO!

L'ex dj e modello Jamie Rascone in terra cilena, dove la prostituzione è legalizzata, pare sia pagato per avere rapporti con delle professioniste del sesso.
Ha infatti accettato l'offerta di

martedì 9 ottobre 2012

PROJECT X - UNA FESTA CHE SPACCA

PROJECT X - UNA FESTA CHE SPACCA
Anno: 2012
Durata: 88'
Genere: commedia

Voto: 7

Trama:
E' il compleanno di Thomas (Thomas Mann) e il suo migliore amico Costa (Oliver Cooper) decide di organizzare una mega festa piena di ragazze discinte per stampare nella storia un momento indimenticabile. E' della partita anche il pingue JB (Jonathan Daniel Brown), che i due prendono in giro ma cui vogliono bene in fondo. Nonostante le raccomandazioni del padre (Peter Mackenzie), la festa si trasforma progressivamente in un evento immenso dalle conseguenze inattese.

Recensione:
Questo a suo modo è un grande film. Non lo si direbbe dopo che l'ora e mezza di durata passa, almeno non lo si direbbe oggettivamente. Ma esaudisce in pieno gli obiettivi per cui è stato creato, è deflagrante, aggressivo nelle sue riprese «found footage» (immagini che,

LA CORRETTA ALIMENTAZIONE COME ABITO MENTALE

«Sei quello che mangi»: non uno spot commerciale dell'ultima dieta avveniristica che promette «sette chili in sette giorni» ma il best seller della nutrizionista e presentatrice televisiva Gillian McKeith. E soprattutto un assioma, in quanto tutta la comunità scientifica, suffragata dall'Oms, propugna da anni che il benessere fisico e psicologico di una persona viene determinato in modo fondamentale dal tipo di alimentazione sposata.
In questo articolo non si troveranno né diete né precetti di buona vita, ma lo stimolo alla riflessione che il mangiare correttamente può diventare

domenica 7 ottobre 2012

IMMATURI - IL VIAGGIO

IMMATURI - IL VIAGGIO
 
Anno: 2012
Durata: 100'
Genere: commedia 

Voto: 7
Trama:
Dopo essersi ritrovati per affrontare gli esami di maturità vent'anni dopo, gli “immaturi” decidono di organizzare quel famoso viaggio di fine scuola che non avevano fatto da ragazzi. La meta prescelta è l'isola di Paros, Grecia, nella cui splendida cornice paesaggistica vivranno nuove avventure mostrando a volte forza, a volte debolezza, alla ricerca di quella “maturità” per molti loro non arriverà mai.

Recensione:
Il primo capitolo di "Immaturi” costituì lo scorso anno un piccolo-grande caso nel nostro panorama cinematografico. La pellicola incassò 16 milioni di euro registrando un notevole gradimento di pubblico. Tali altisonanti risultati, confortati anche dal

venerdì 5 ottobre 2012

THE READER - A VOCE ALTA

THE READER - A VOCE ALTA
Anno: 2008
Durata: 124'
Genere: drammatico

Voto: 7

Trama:
Anni '50: un giovane studente delle scuole superiori di nome Micheal (David Kross) viene soccorso mentre sta male in una giornata di fitta pioggia da Anna (Kate Winslet), donna matura e impiegata in ferrovia. Con lei, così solitaria e algida, il giovane comincia a stabilire un'intensa relazione sessuale tanto da evitare i coetanei. I due si ritrovano anni dopo quando lui, già grande e studente di legge, in compagnia del professor Rohl (Bruno Ganz), assistono al processo a carico di lei poiché membro della SS. Micheal, durante la mezza età (Ralph Fiennes) non ha perso la memoria di quell'estate di svezzamento alla vita.

Recensione:
Sulla carta funziona tutto alla perfezione in questo lavoro del regista di «Billy Elliot» e «The hours»: una storia sontuosa (tratta dal libro omonimo di Bernhard Schlink del 1958), le recitazioni adeguatissime, le componenti filmiche portate ad un livello elevato. E le varie lusinghiere nominations nonché il premio Oscar tributato alla Winslet certificano un'attenzione di pubblico e critica decisamente positiva.
Eppure qualcosa scricchiola

mercoledì 3 ottobre 2012

IL DITTATORE

IL DITTATORE  

Regia: Larry Charles 
Anno: 2012
Durata: 83'
Genere: commedia

Voto: 8
 
Trama:
Lo stato africano immaginario di Wadiya viene retto da anni da Hafez Aladeen (Sacha Baron Cohen), un istrionico dittatore tanto spietato e crudele nella vita pubblica quanto inadeguato in quella privata. Ma le Nazioni unite lo esortano a recarsi a New York poiché egli si oppone a dei controlli atti a verificare l'assenza nel suo territorio di armi nucleari. Con a fianco il segretario Tamir (Ben Kingsley) parte per gli Stati Uniti ma viene rapito di Clayton (John C.Reilly), un sicario assunto da Tamir. Ha così modo di camminare libero per la democrazia occidentale e di incontrare sulla strada la svanita Zoey (Anna Faris), attivista coordinatrice di un emporio.

Recensione:
Si può accusare di tutto Larry Charles ma non della mancanza di coraggio e creatività; per la quinta regia, dinamitarda come un proiettile imbevuto di cianuro sparato con cerbottana da un clochard sifilitico, si affida